Viagra cialis levitra Farmaci per l’impotenza

0001.jpg

Top Pharma visita:<<Cialis——Levitra—–Viagra>>

Impotenza è un termine largamente utilizzato, in maniera impropria, come sinonimo di deficit erettile, un disturbo dalle molte sfaccettature, caratterizzato dall’incapacità di raggiungere e/o mantenere un’erezione soddisfacente per l’attività sessuale.
Da una decina d’anni a questa parte sono disponibili farmaci molto efficaci per risolvere disfunzioni sessuali di questo tipo. Purtroppo, secondo uno stile tipicamente occidentale, questi prodotti vengono spesso assunti come soluzioni semplici ad un problema complesso, senza prendersi carico del perché tale disturbo si sia presentato. Oltre al rischio di una possibile “farmacodipendenza” o della definitiva rassegnazione nel caso in cui non sortissero l’effetto sperato, bisogna mettere in conto anche gli effetti collaterali di questi farmaci, generalmente lievi, ma piuttosto pericolosi per determinati individui.
Viagra, Levitra e Cialis sono i nomi commerciali dei farmaci più comunemente utilizzati in presenza di una disfunzione erettile, con risultati molto spesso soddisfacenti sia in termini di efficienza che di tollerabilità. Il loro meccanismo d’azione è molto simile, il taladafil (Cialis) ha però una durata d’azione nettamente superiore. Questa ed altre piccole differenze possono rendere un prodotto più o meno appropriato in relazione allo stato di salute dell’utilizzatore; anche per questo motivo è consigliabile una visita medica preventiva.
Intraprendere un percorso terapeutico per risolvere i problemi alla base dell’impotenza aiuta in molti casi a migliorare lo stato di salute generale e a prevenire una lunga serie di patologie, anche molto gravi. Spesso, infatti, i deficit di erezione sono un sintomo dell’aterosclerosi, oppure del diabete, dell’eccesso di fumo, così come del troppo alcol o dell’abuso di determinate droghe, per non parlare, poi, dell’obesità e del ridotto esercizio fisico (maggiore suscettibilità a problemi cardiovascolari, diminuzione dei livelli plasmatici di testosterone).

Top Pharma visita:<<Cialis——Levitra—–Viagra>>

Quando non vanno usati?

Viagra, Levitra e Cialis andrebbero utilizzati con particolare cautela se si soffre di ipotensione (pressione bassa), problemi cardiaci (pregresso infarto miocardico, angina pectoris, aritmie) e retinici.
L’importanza di una visita medica preventiva è legata anche alla valutazione delle possibili interazioni con le eventuali, altre, medicazioni assunte dal paziente, inclusi i rimedi fitoterapici.
Viagra, Levitra e Cialis non andrebbero mai utilizzati insieme ai nitrati, specialità medicinali rivolte al trattamento del dolore toracico associato a problemi cardiaci (angina). Entrambi, infatti, agiscono dilatando i vasi e ciò potrebbe causare un severo calo della pressione arteriosa, con conseguente comparsa di shock. I nitrati sono contenuti nei seguenti farmaci: nitroglicerina (Adesitrin, Deponit, Dermatrans, Epinitril, Keritrina, Minitran, Natispray, Nitraket, Nitrocor, Nitro-Dur, Nitrosylon, Nitroderm, Perganit, Top-Nitro, Triniplas, Trinitrina, Venitrin), isosorbide dinitrato (Carvasin, Dinike, Nitrosorbide), isosorbide mononitrato (Duronitrin, Elan, Ismo Diffutab, Ismo-20, Leicester, Monocinque, Monoket, Vasdilat), nitrito di amile e similari (poppers, droga utilizzata a scopo ricreativo).
Prudenza anche nella contemporanea assunzione di alfa bloccanti (terazosina, soxasozina, tamsulosina), medicinali utilizzati nel trattamento dell’ipertrofia prostatica e che, similmente a quanto visto nel caso precedente, possono determinare eccessivi ribassi pressori. In questo caso il medico imporrà il rispetto di determinate precauzioni, come l’assunzione dei due farmaci ad una distanza di tempo non inferiore alle 4 ore od una riduzione dei dosaggi. L’unica eccezione riguarda l’associazione di Cialis e tamsulosina (Omnic, Pradif), che non causa effetti collaterali di rilievo.

Top Pharma visita:<<Cialis——Levitra—–Viagra>>

Cialis, Levitra e Viagra, i farmaci adoperati per combattere l’impotenza sessuale maschile stimolerebbero anche le cellule staminali del nostro midollo osseo.

Top Pharma visita:<<Cialis——Levitra—–Viagra>>

farmaci-contraffatti.jpgCialis, Levitra e Viagra, i farmaci adoperati per combattere l’impotenza sessuale maschile stimolerebbero anche le cellule staminali del nostro midollo osseo. E’ quanto hanno sostenuto alcuni ricercatori di Padova, con un articolo in corso di pubblicazione su “International Journal of Impotence Research” . Gli studiosi padovani, coordinati dal prof Carlo Foresta, hanno dimostrato infatti che gli inibitori della fosfodiesterasi di tipo 5, e cioи i farmaci come sildenafil (Viagra), tadalafil (Cialis) e vardenafil (Levitra), proprio grazie a questa proprietа, nel midollo stimolano le cellule staminali, determinando il rilascio e la maturazione di queste cellule in senso endoteliale, mentre a livello del pene, come giа ampiamente dimostrato, determinano un maggiore afflusso di sangue e successivamente l’erezione. Le cellule endoteliale nei soggetti con vasculopatie e quindi a serio rischio di infarto miocardio, ictus sono risultate estremamente basse. Questa evidenza и stata documentata in oltre 300 soggetti affetti da disfunzione erettile e con fattori di rischio cardiovascolare come fumo, ipertensione, obesitа e iperlipemia.. Dopo il trattamento anti impotenza, nell’80% dei soggetti, le staminali sono tornate ai livelli normali. E giа indirizzate in senso endoteliale.
Sembrerebbe inoltre che la stimolazione delle cellule midollari sia ottenuta in modo proporzionale alla permanenza del farmaco in circolo. “Quindi la stimolazione piщ prolungata e la maggiore produzione di cellule endoteliali, precisa il prof Foresta, и stata osservata con il tadalafil, che ha una emivita di circa 18 ore”.

Top Pharma visita:<<Cialis——Levitra—–Viagra>>

Processo al Viagra

Top Pharma visita:<<Cialis——Levitra—–Viagra>>

La pillola blu compie dieci anni. Ha rivoluzionato il mondo delle terapie sessuali. Ma molti specialisti contestano i suoi miracoli. Perché spesso il disturbo organico nasconde un problema psicologico

jpg_2124548.jpg

Una volta era impotenza, un disturbo vergognoso e difficilmente trattabile, da vivere nel segreto della camera da letto. Oggi la disfunzione erettile, abbreviata in DE, è diventata oggetto di campagne pubblicitarie. Si combatte a colpi di farmaci che il marketing e la fama hanno reso persino glamour. Si chiamano inibitori della fosfodiesterasi 5, ma sono noti come Viagra, Cialis e analoghi. In poco più di un decennio hanno rivoluzionato il mondo delle terapie sessuali, ma proprio la disponibilità di farmaci così efficaci ha dimostrato che l’impotenza è di fatto un puzzle di disturbi, legati a diversi fattori, e che ‘calarsi un Viagra’ spesso non serve a nulla e a volte è anche molto dannoso.

Perché qualcuno comincia a sospettare che, in qualche caso, la scorciatoia chimica complichi il problema invece di risolverlo. “I farmaci hanno completamente cambiato la valutazione dell’impotenza. Trasformando in disturbo prevalentemente organico quello che era visto soprattutto come un problema psicologico”, afferma Dirk Rösing dell’Università di Greifswald, che all’argomento ha dedicato un’ampia review sulla rivista tedesca ‘Deutsches Artzeblatt International’. Il risultato, spiega lo specialista,” è che spesso si passa alla terapia farmacologica senza approfondire la diagnosi, a rischio di ignorare elementi essenziali e cronicizzare il disturbo. Mentre in molti casi dietro all’impotenza si nascondono altri problemi, psicologici o fisici”. Sbagliato dunque valutare il successo temporaneo della terapia in termini di prestazioni, “limitandosi ad aggiustare un meccanismo che si è rotto senza affrontare le cause del disturbo”, ricorda Rösing. Lo scontro è tra specialisti che frammentano il problema secondo le proprie competenze: urologi e andrologi si concentrano sulla fisiologia vascolare, gli endocrinologi sui meccanismi biochimici e i sessuologi su quelli psicologici. “Abbiamo bisogno di una prospettiva più ampia”, afferma il presidente della Sexual Medicine Society del Nord America, Ronald Lewis: “I trattamenti farmacologici per l’impotenza possono mettere l’uomo in condizione di avere un rapporto, ma non fanno niente per guarirlo”.

Top Pharma visita:<<Cialis——Levitra—–Viagra>>