Viagra cialis levitra Farmaci per l’impotenza

0001.jpg

Top Pharma visita:<<Cialis——Levitra—–Viagra>>

Impotenza è un termine largamente utilizzato, in maniera impropria, come sinonimo di deficit erettile, un disturbo dalle molte sfaccettature, caratterizzato dall’incapacità di raggiungere e/o mantenere un’erezione soddisfacente per l’attività sessuale.
Da una decina d’anni a questa parte sono disponibili farmaci molto efficaci per risolvere disfunzioni sessuali di questo tipo. Purtroppo, secondo uno stile tipicamente occidentale, questi prodotti vengono spesso assunti come soluzioni semplici ad un problema complesso, senza prendersi carico del perché tale disturbo si sia presentato. Oltre al rischio di una possibile “farmacodipendenza” o della definitiva rassegnazione nel caso in cui non sortissero l’effetto sperato, bisogna mettere in conto anche gli effetti collaterali di questi farmaci, generalmente lievi, ma piuttosto pericolosi per determinati individui.
Viagra, Levitra e Cialis sono i nomi commerciali dei farmaci più comunemente utilizzati in presenza di una disfunzione erettile, con risultati molto spesso soddisfacenti sia in termini di efficienza che di tollerabilità. Il loro meccanismo d’azione è molto simile, il taladafil (Cialis) ha però una durata d’azione nettamente superiore. Questa ed altre piccole differenze possono rendere un prodotto più o meno appropriato in relazione allo stato di salute dell’utilizzatore; anche per questo motivo è consigliabile una visita medica preventiva.
Intraprendere un percorso terapeutico per risolvere i problemi alla base dell’impotenza aiuta in molti casi a migliorare lo stato di salute generale e a prevenire una lunga serie di patologie, anche molto gravi. Spesso, infatti, i deficit di erezione sono un sintomo dell’aterosclerosi, oppure del diabete, dell’eccesso di fumo, così come del troppo alcol o dell’abuso di determinate droghe, per non parlare, poi, dell’obesità e del ridotto esercizio fisico (maggiore suscettibilità a problemi cardiovascolari, diminuzione dei livelli plasmatici di testosterone).

Top Pharma visita:<<Cialis——Levitra—–Viagra>>

Quando non vanno usati?

Viagra, Levitra e Cialis andrebbero utilizzati con particolare cautela se si soffre di ipotensione (pressione bassa), problemi cardiaci (pregresso infarto miocardico, angina pectoris, aritmie) e retinici.
L’importanza di una visita medica preventiva è legata anche alla valutazione delle possibili interazioni con le eventuali, altre, medicazioni assunte dal paziente, inclusi i rimedi fitoterapici.
Viagra, Levitra e Cialis non andrebbero mai utilizzati insieme ai nitrati, specialità medicinali rivolte al trattamento del dolore toracico associato a problemi cardiaci (angina). Entrambi, infatti, agiscono dilatando i vasi e ciò potrebbe causare un severo calo della pressione arteriosa, con conseguente comparsa di shock. I nitrati sono contenuti nei seguenti farmaci: nitroglicerina (Adesitrin, Deponit, Dermatrans, Epinitril, Keritrina, Minitran, Natispray, Nitraket, Nitrocor, Nitro-Dur, Nitrosylon, Nitroderm, Perganit, Top-Nitro, Triniplas, Trinitrina, Venitrin), isosorbide dinitrato (Carvasin, Dinike, Nitrosorbide), isosorbide mononitrato (Duronitrin, Elan, Ismo Diffutab, Ismo-20, Leicester, Monocinque, Monoket, Vasdilat), nitrito di amile e similari (poppers, droga utilizzata a scopo ricreativo).
Prudenza anche nella contemporanea assunzione di alfa bloccanti (terazosina, soxasozina, tamsulosina), medicinali utilizzati nel trattamento dell’ipertrofia prostatica e che, similmente a quanto visto nel caso precedente, possono determinare eccessivi ribassi pressori. In questo caso il medico imporrà il rispetto di determinate precauzioni, come l’assunzione dei due farmaci ad una distanza di tempo non inferiore alle 4 ore od una riduzione dei dosaggi. L’unica eccezione riguarda l’associazione di Cialis e tamsulosina (Omnic, Pradif), che non causa effetti collaterali di rilievo.

Top Pharma visita:<<Cialis——Levitra—–Viagra>>

Cialis, Levitra e Viagra, i farmaci adoperati per combattere l’impotenza sessuale maschile stimolerebbero anche le cellule staminali del nostro midollo osseo.

Top Pharma visita:<<Cialis——Levitra—–Viagra>>

farmaci-contraffatti.jpgCialis, Levitra e Viagra, i farmaci adoperati per combattere l’impotenza sessuale maschile stimolerebbero anche le cellule staminali del nostro midollo osseo. E’ quanto hanno sostenuto alcuni ricercatori di Padova, con un articolo in corso di pubblicazione su “International Journal of Impotence Research” . Gli studiosi padovani, coordinati dal prof Carlo Foresta, hanno dimostrato infatti che gli inibitori della fosfodiesterasi di tipo 5, e cioи i farmaci come sildenafil (Viagra), tadalafil (Cialis) e vardenafil (Levitra), proprio grazie a questa proprietа, nel midollo stimolano le cellule staminali, determinando il rilascio e la maturazione di queste cellule in senso endoteliale, mentre a livello del pene, come giа ampiamente dimostrato, determinano un maggiore afflusso di sangue e successivamente l’erezione. Le cellule endoteliale nei soggetti con vasculopatie e quindi a serio rischio di infarto miocardio, ictus sono risultate estremamente basse. Questa evidenza и stata documentata in oltre 300 soggetti affetti da disfunzione erettile e con fattori di rischio cardiovascolare come fumo, ipertensione, obesitа e iperlipemia.. Dopo il trattamento anti impotenza, nell’80% dei soggetti, le staminali sono tornate ai livelli normali. E giа indirizzate in senso endoteliale.
Sembrerebbe inoltre che la stimolazione delle cellule midollari sia ottenuta in modo proporzionale alla permanenza del farmaco in circolo. “Quindi la stimolazione piщ prolungata e la maggiore produzione di cellule endoteliali, precisa il prof Foresta, и stata osservata con il tadalafil, che ha una emivita di circa 18 ore”.

Top Pharma visita:<<Cialis——Levitra—–Viagra>>

I Farmaci per l’Impotenza

Cialis (principio attivo – Tadalafil), Levitra (principio attivo – Vardenafil), Viagra (principio attivo – Sildenafil).

Top Pharma visita:<<Cialis——Levitra—–Viagra>>

322farmaci.jpg

Le varie molecole che costituiscono i principi attivi dei farmaci per l’Impotenza, attraverso l’inibizione della Fosfodiesterasi di tipo 5 (PDE-5), agiscono sulle strutture fisiologiche vascolari del pene, definite “corpi cavernosi”, facilitando l’afflusso sanguigno al loro interno e permettendo in tal modo il raggiungimento di una giusta e prolungata erezione necessaria per una soddisfacente attività sessuale.




- Cialis



cialis.jpg


Il suo principio attivo è il Tadalafil il quale, rispetto a quelli contenuti negli altri farmaci di questa categoria, ha una emivita maggiormente lunga (circa 12-17 ore), permettendo così un effetto più prolungato (circa 24-36 ore). Si può dunque prendere il Cialis anche molte ore prima dell’attività sessuale.


Le compresse di Cialis si assumono per bocca con dell’acqua, indipendentemente dagli orari dei pasti.

Successivamente la sua molecola, in conseguenza di una stimolazione, aiuta a rilassare i vasi sanguigni che fanno parte dell’apparato sessuale maschile, consentendo in tal modo l’ingresso di sangue all’interno del pene.


Il Cialis non deve essere impiegato da individui affetti da serie patologie cardiache, come ad esempio ipertensione o ipotensione, e/o che hanno da poco subito un infarto miocardico oppure un ictus; così come dovrebbe essere evitato in caso di malattie di tipo epatico o renale.


Gli effetti collaterali maggiormente comuni dopo l’assunzione sono dolori alla testa e di tipo muscolare, disturbi digestivi, vertigini e vampate di calore al viso con conseguente rossore.


In casi molto rari può verificarsi un’erezione prolungata; se essa perdura per un tempo maggiore alle 4 ore è necessario rivolgersi al più presto ad un medico o ad un pronto soccorso.


- Levitra

3960d1219683533t-hai-sa-numaram-pana-la-1000-levitra_front10mg.jpg

Detto anche Vivanza, ha come principio attivo il Vardenafil che è in grado, come altri farmaci anti impotenza, di inibire la Fosfodiesterasi di tipo 5 (PDE-5), ovvero l’enzima maggiormente presente nei tessuti erettili.

Tale azione permette di rilassare i vasi che costituiscono il sistema sanguigno del pene ed il conseguente ingresso di sangue al suo interno, permettendo così una stabile e duratura erezione peniena.


L’azione del Levitra è molto più rapida di altri farmaci anti impotenza (entro massimo 40 minuti circa).

Le compresse si assumono per bocca con dell’acqua poco prima (30-60 minuti) dell’attività sessuale. L’azione del suo principio inizia ad essere attiva 20-30 minuti dopo l’assunzione, e ha una durata di 5-10 ore circa.


Gli effetti indesiderati più comuni possono essere mal di testa, nausea e vampate di calore al viso con conseguente rossore.




- Viagra



viagra2.jpg


Il suo principio attivo è il Sildenafil citrato. Esso permette, agendo sui corpi cavernosi, ovvero le strutture vascolarizzate del pene, l’afflusso del sangue al loro interno e quindi l’induzione ed il mantenimento di una adeguata erezione durante il rapporto sessuale.


Le compresse di Viagra si assumono per bocca con dell’acqua possibilmente lontano dai pasti e poco prima (50-60 minuti) dell’attività sessuale. L’azione del suo principio inizia ad essere attiva 40-50 minuti dopo l’assunzione, e ha una durata di 4-6 ore circa.


Il Viagra non deve essere assunto da persone affette da gravi patologie cardiache, come ad esempio ipertensione o ipotensione, e/o che hanno da poco subito un infarto miocardico oppure un ictus; così come dovrebbe essere assolutamente evitato in caso di malattie epatiche, renali o di tipo oculare, come ad esempio la retinite pigmentosa, e in caso di assunzione di farmaci nitro-derivati (il Sidenafil potenzia infatti l’azione dell’ossido nitrico usato per curare l’angina pectoris).


Il Viagra è solitamente ben tollerato, anche se vi possono essere, con la sua assunzione, alcuni effetti collaterali come mal di testa, disturbi gastro-intestinali, ipersensibilità oculare cromatica (disturbi nella discriminazione dei colori) e priapismo.

Top Pharma visita:<<Cialis——Levitra—–Viagra>>

Viagra alle noci

Top Pharma visita:<<Cialis——Levitra—–Viagra>>

Gira nelle farmacie e in Rete un “integratore alimentare” che viene dalla Cina. Si chiama Jugran 400 e promette di combattere l’impotenza in modo naturale. Invece è a base di Sildenafil. E, peraltro, funziona benissimo

jpg_2113592.jpgLo Jugran 400 si può vendere nelle farmacie, parafarmacie ed erboristerie. E’ un integratore alimentare a base di gherigli di noci distribuito in Italia da un’azienda di Prato, la PowerLi srl, e promette di risolvere il problema della disfunzione erettile, e di farlo in maniera naturale. Falso: i risultati che si ottengono assumendo una pillola di Jugran 400 un’ora prima del rapporto sessuale non sono merito delle noci ma del sildenafil, la molecola del Viagra, ingrediente non dichiarato. Lo hanno scoperto i Nas dei Carabinieri di Firenze, che ne hanno sequestrato negli scorsi giorni più di 5mila confezioni destinate ad arrivare sul mercato in diverse città d’Italia, da Treviso a Taranto, da Alessandria a Catania.

A insospettire i militari è stato dapprima il prezzo dell’integratore: 85 euro a confezione. Più del Viagra, per intenderci. Come è possibile che un consumatore sia disposto a pagare così tanto per un prodotto naturale, sulla cui efficacia più di un dubbio è lecito? Molto probabilmente perché funziona, permette cioè a chi ha problemi di erezione di avere dei rapporti sessuali, come succede con la pillola blu e con tutte le altre molecole della stessa famiglia. Ma lo fa proprio perché contiene quello stesso principio attivo. «Il sildenafil è una molecola molto potente, quindi, anche in piccole quantità, risulta efficace”, spiega Emanuele Jannini, coordinatore del corso di Sessuologia all’Università dell’Aquila.

«Non sono pochi i casi di contaminazione di prodotti a base di erbe che si sono verificati in Italia negli ultimi anni. Alcuni dei quali hanno anche avuto conseguenze gravi per i pazienti», ha affermato Alfredo Vannacci, ricercatore del Centro di Farmacovigilanza e Fitovigilanza dell’Università di Firenze. Per esempio, il lassativo che ha incastrato Adrian Mutu, calciatore della Fiorentina, conteneva tracce di sibutramina, molecola vietata in Italia dagli effetti anoressizzanti e leggermente eccitativi. «E’ questo tipo di sostanze che mette a repentaglio la salute dei consumatori”, dice Jannini. “Sembra infatti che anche in questo falso Viagra ci fossero tracce di questa molecola».

Top Pharma visita:<<Cialis——Levitra—–Viagra>>

Il tabù dell’impotenza maschile

Le considerazioni che seguono non pretendono di fornire notizie precise né tanto meno soluzioni. Purtroppo un discorso sull’impotenza è reso difficile dal fatto che, o non se ne parla o se ne

parla in modo beffardo, volgendo tutto in burletta, con una faciloneria che nasconde la volontà di esorcizzare la paura e la vergogna che il problema suscita.

Si può parlare (per fortuna) di varie forme di sessualità, anche di quelle che una volta erano bollate come perversioni. Il problema dell’impotenza risulta invece quasi sempre oggetto di una rimozione generale.

Per cogliere qualche brandello di notizia circa i problemi dei maschi, occorre tenersi sempre all’erta: una frase alla tivù, una riga in un trafiletto. Così si apprende che i maschi muoiono molto più delle femmine per tumori e che il tumore maligno alla prostata è una delle principali cause di mortalità. Eppure, attraverso il dosaggio del Psa (Prostatic Specific Antigen), dovrebbe essere facile formulare una diagnosi precoce con conseguente operazione che ridurrebbe notevolmente la pericolosità del tumore, come già avvenuto per il tumore al seno.

Ma pochi sanno che, in caso di cancro, occorre procedere (come accaduto al sottoscritto) alla asportazione totale della prostata, il che porta come conseguenza all’impotenza totale. Inoltre sono molteplici le altre possibili cause di impotenza che fanno sì che gli impotenti, solo in Italia, siano due o tre milioni, si dice: molti di più degli omosessuali dichiarati. Il tutto è avvolto in un alone di imprecisione e di mistero, diversamente dai casi di pazienti affetti da altre patologie. È da quasi quarant’anni che siamo informati sui Pap Test e sulle mammografie, mentre conosciamo molto meno le patologie maschili.

Top Pharma visita:<<Cialis——Levitra—–Viagra>>

Processo al Viagra

Top Pharma visita:<<Cialis——Levitra—–Viagra>>

La pillola blu compie dieci anni. Ha rivoluzionato il mondo delle terapie sessuali. Ma molti specialisti contestano i suoi miracoli. Perché spesso il disturbo organico nasconde un problema psicologico

jpg_2124548.jpg

Una volta era impotenza, un disturbo vergognoso e difficilmente trattabile, da vivere nel segreto della camera da letto. Oggi la disfunzione erettile, abbreviata in DE, è diventata oggetto di campagne pubblicitarie. Si combatte a colpi di farmaci che il marketing e la fama hanno reso persino glamour. Si chiamano inibitori della fosfodiesterasi 5, ma sono noti come Viagra, Cialis e analoghi. In poco più di un decennio hanno rivoluzionato il mondo delle terapie sessuali, ma proprio la disponibilità di farmaci così efficaci ha dimostrato che l’impotenza è di fatto un puzzle di disturbi, legati a diversi fattori, e che ‘calarsi un Viagra’ spesso non serve a nulla e a volte è anche molto dannoso.

Perché qualcuno comincia a sospettare che, in qualche caso, la scorciatoia chimica complichi il problema invece di risolverlo. “I farmaci hanno completamente cambiato la valutazione dell’impotenza. Trasformando in disturbo prevalentemente organico quello che era visto soprattutto come un problema psicologico”, afferma Dirk Rösing dell’Università di Greifswald, che all’argomento ha dedicato un’ampia review sulla rivista tedesca ‘Deutsches Artzeblatt International’. Il risultato, spiega lo specialista,” è che spesso si passa alla terapia farmacologica senza approfondire la diagnosi, a rischio di ignorare elementi essenziali e cronicizzare il disturbo. Mentre in molti casi dietro all’impotenza si nascondono altri problemi, psicologici o fisici”. Sbagliato dunque valutare il successo temporaneo della terapia in termini di prestazioni, “limitandosi ad aggiustare un meccanismo che si è rotto senza affrontare le cause del disturbo”, ricorda Rösing. Lo scontro è tra specialisti che frammentano il problema secondo le proprie competenze: urologi e andrologi si concentrano sulla fisiologia vascolare, gli endocrinologi sui meccanismi biochimici e i sessuologi su quelli psicologici. “Abbiamo bisogno di una prospettiva più ampia”, afferma il presidente della Sexual Medicine Society del Nord America, Ronald Lewis: “I trattamenti farmacologici per l’impotenza possono mettere l’uomo in condizione di avere un rapporto, ma non fanno niente per guarirlo”.

Top Pharma visita:<<Cialis——Levitra—–Viagra>>